Slide background

Corsi saldatura

Approfondimenti

Per la qualifica dei saldatori si valuta l’abilità manuale dei saldatori nel maneggiare l’elettrodo, la torcia o il cannello a seconda del processo di saldatura scelto.
Le fasi che regolamentano il rilascio della certificazione secondo la norma UNI EN 287-1 sono le seguenti:

  • L’operatore esegue una prova pratica su di un saggio di prova che dovrà essere saldato secondo una specifica di saldatura WPS, che ne identifica il campo di validità.
  • La prova viene eseguita obbligatoriamente alla presenza di un ispettore autorizzato.
  • A seconda del tipo, il giunto saldato sarà sottoposto a prove distruttive e/o non distruttive
  • Se il saggio soddisfa i requisiti stabiliti dalla norma viene rilasciata la qualifica (Patentino).

La qualifica dei saldatori, o patentino, ha validità biennale; trascorsi i due anni, il saldatore dovrà procedere al rinnovo, rieseguendo le stesse prove di saldatura realizzate in fase di certificazione.
Le norme europee forniscono una serie di direttive che rendono tali qualifiche accettabili indipendentemente dal tipo di giunto, luogo, processo ed organismo esaminatore.