Slide background

Consulenza

Centri di trasformazione

Il decreto ministeriale 14 gennaio 2008 “Approvazione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni“, pubblicato sulla G.U. del 4 febbraio 2008, specifica ed elenca tutti i compiti e le funzioni dei Centri di Trasformazione dell’Acciaio.L’attestazione consente di lavorare e fornire l’acciaio strutturale per opere di carpenteria metallica strutturali in cantiere. E’ vietato dal 1° luglio 2009 qualsiasi lavorazione o fornitura di acciaio strutturale per opere di carpenteria metallica strutturali in cantiere in assenza di tale attestazione.

Definizione di centro di trasformazione

“Si definisce Centro di trasformazione un impianto esterno alla fabbrica e/o al cantiere, fisso o mobile, che ricevedal produttore di acciaio elementi base (barre o rotoli, reti, lamiere o profilati, profilati cavi, ecc…) e confeziona elementi strutturali direttamente impiegabili in cantiere, pronti per la messa in opera o per successive lavorazioni.
Tutti i centri di trasformazione sono tenuti a dichiarare al Servizio Tecnico Centrale la loro attività, specificando l’organizzazione, e fornendo copia della certificazione per la gestione della qualità, i procedimenti di lavorazione, le massime dimensioni degli elementi base utilizzati,Ogni centro di trasformazione dovrà inoltre indicare un proprio logo o marchio che identifichi in modo inequivocabile il centro stesso. Il Servizio Tecnico Centrale attesta l’avvenuta presentazione della dichiarazione di cui sopra.”

I requisiti in possesso di una azienda che vuole essere in regola come Centro di trasformazione devono essere i seguenti:

  • Possedere un Sistema di Gestione della Qualità UNI EN ISO 9001certificato da parte di un Organismo terzo indipendente.
  • Denunciare al Servizio Tecnico Centrale la propria attività.

Le tipologie dei Centri di Trasformazione definite dalle Normative Tecniche per le Costruzioni, nell’ambito delle lavorazioni dell’acciaio, sono:

  • coloro che lavorano l’acciaio per cemento armato precompresso (fili, trecce, trefoli, barre ecc.);
  • coloro che lavorano acciai per strutture metalliche e per strutture composte;
  • centri di produzione di lamiere grecate e profilati formati a freddo;
  • centri di prelavorazione di componenti strutturali;
  • officine per la produzione di carpenterie metalliche;
  • officine per la produzione di bulloni e chiodi

Esempi strutture prefabbricate che possono essere realizzate solo da Centri di Trasformazione:

  • ponti
  • capannoni
  • coperture metalliche
  • pensiline
  • scale di sicurezza esterne
  • strutture gabbie ascensori
  • scale di servizio esterne ed interne
  • tralicci per alta e bassa tensione
  • cerchiature per cemento armato

Dettagliatamente specifichiamo il significato di Centro di Trasformazione Acciaio

  • Rientrano - Coloro che ricevono profili e/o lamiere all’esterno di un cantiere, in un impianto che può essere fisso o mobile e lo lavorano (tagliano, calandrano, saldano, assemblano…) per la produzione di lamiere grecate e profilati formati a freddo, i centri di prelavorazione di componenti strutturali, le officine di produzione di carpenterie metalliche, le officine di produzione di elementi strutturali di serie (es. strutture portanti, scale esterne di emergenza, ecc…) e le officine per la produzione di bulloni e chiodi, rientrano nella definizione di Centro di trasformazione.
  • Non Rietrano - Coloro che ricevono direttamente in cantiere i profili e/o le lamiere e all’interno di questo cantiere lo lavorano (tagliano, calandrano, saldano, assemblano…) non rientrano nella definizione di Centri di trasformazione. Non rientrano neppure coloro che costruiscono ringhiere, parapetti, scale metalliche da interno, scale a chiocciola ecc…, o comunque tutte le opere non strutturali.

Nel caso in cui il costruttore utilizzi processi di saldatura, vengono definite le disposizioni a cui deve assolvere il costruttore e che Professione Saldatura offre:

  • Qualifica dei saldatori secondo UNI EN 287 e Specifica di Saldatura WPS
  • Qualifica operatori di saldatura UNI EN 1418
  • Qualifica Procedimenti di saldatura UNI EN ISO 15614
  • Qualifica del Processo di Fabbricazione mediante saldatura UNI EN ISO 3834
  • Personale addetto alle PND UNI EN 473
  • Coordinatore di saldatura